Archivio Settembre 2011

mafia 2

No, non ce ne siamo liberati, ci circonda e ci sovrasta come una piovra con sempre piu’ tentacoli:

La mafia sta nei negozi che assumono personale e allo stesso tempo fanno già firmare la lettera di dimissioni;

la mafia sta nei medici, negli avvocati, nei notai che ti cercano 1000 euro e se vuoi la fattura ti dicono che allora devi pagare l’iva;

la mafia sta nel poliziotto, nel carabiniere, nel finanziere che va dalla prostituta per scopare gratuitamente vendendo il proprio silenzio;

la mafia sta nei direttori dei corsi di formazione per l’abilitazione al sostegno che ti cercano 3000 euro sottobanco o qualche prestazione sessuale sotto-letto;

la mafia sta nei datori di lavoro che ti assumono part-time e ti fanno lavorare 12 ore al giorno;

la mafia sta nel maresciallo della marina militare che vende ai suoi commilitoni il cibo destinato alle mense;

la mafia sta nel vigile urbano che vede un auto posteggiata nel posto riservato ai disabili e fa finta di niente perchè è quella dell’amico;

la mafia sta nei cantieri di lavoro dove decine di persone vengono pagate per non fare nulla;

la mafia sta nel politico di turno che ti cerca un modestissimo posto di lavoro ricattandoti per tutta la vita;

la mafia sta nel finanziere che sequestra 100 chili di pesce e ne dichiara 50 perchè l’altro se lo divide con gli amici ;

la mafia sta nell’avvocato che non vuol seguire il tuo caso perchè non vuole inimicarsi la procura;

la mafia sta nel dirigente della casa di cura che ti fa firmare un contratto da 1000 euro e a fine mese te ne da 400;

la mafia sta nel bar che aumenta i prezzi in modo assurdo per i turisti;

la mafia sta nelle gare d’appalto truccate e fatte sotto-banco;

la mafia sta nel traffico di clandestini dove politici, avvocati e insulsi procacciatori lucrano a dismisura;

la mafia sta nel prete che rendendo grazie e dio si scopa il ragazzino durante la confessione;

la mafia sta nelle missioni di pace dove ragazzini guadagnano qualche migliaio di euro in piu’ e razzolano, violentano e uccidono con la benedizione delle nazioni unite;

la mafia sta nell’uomo che costringe la propria compagna a subire violenza e la ricatta e minaccia;

la mafia sta nel libero professionista che cerca una segretaria e le dice che le serve per reggergli le bretelle;

la mafia sta nelle 100 euro che il camionista mette dentro il libretto di circolazione e consegna alla pattuglia per poter passare senza essere controllato;

la mafia sta nelle 100 euro che lo studente mette dentro il libretto universitario e lo consegna al professore per passare serenamente l’esame;

la mafia sta nel banchiere che segnala ai malviventi i migliori risparmiatori;

la mafia sta in chi usa nelle costruzioni edilizie materiale differente da quello dichiarato;

la mafia sta in vaticano dove vengono nascosti tutti i segreti inerenti certi sequestri e certi attentati;

la mafia sta nel presidente della repubblica che sa e non parla;

la mafia sta nei giornalisti, nei cronisti, nei direttori dei mezzi di comunicazione;

la mafia sta nei genitori che non vogliono che i loro figli si ritrovino in classe con extracomunitari, disabili o emigranti;

la mafia sta nell’insegnante che mette da parte il figlio dell’operaio;

la mafia sta in chi approfittando della propria posizione ricatta e umilia l’altro uomo;

la mafia sta in chi non parla, tace e acconsente;

la mafia sta in chi con le parole e gli atti denigra volutamente un’altra persona;

la mafia sta ancora in migliaia e migliaia di posti…in quanti hanno utopicamente cercato di combatterla e quanti ci hanno rimesso la vita o la loro liberta’…la mafia non morira’ mai se non quando sara’ lo stesso uomo a morire per sempre !!!

 

mafia 3

Comments 4 Commenti »

Quasi inconsciamente mi son ritrovato a fissare un aereo, non un aereo qualunque ma quello che alle 10.40 di domenica è partito da Fontanarossa spiccando il volo in un cielo limpido dipinto solo da un lato dal sempre affascinante ululato dell’Etna che sembra dire ” questa terra è viva…respira”; lo fissavo circondato da bandiere che propugnavano la rinascita di un quartiere popolare di Catania e dalle scie di auto, camion e moto che si dirigevano in qualche posto a me ignoto ma importante per l’anonimo guidatore che sempre tale rimarra’ per me. Quella striscia verde laterale spiccava nel bianco dell’aereo e si allontanava sempre piu’ e dentro  quel mostro simbolo del caos e della velocità di una società ormai impazzita tante comparse a riempire d’anima e emozioni differenti una parte di cielo ben definita; tra di esse la protagonista spiccava per il suo sorriso, la sua forza, la sua audacia, la sua pazienza e a lei rivolgevo il mio sguardo anche se non poteva notarlo; mi sentivo vuoto e allo stesso tempo felice, felice perchè quel volo andava in direzione di un sogno, un semplice sogno ma grande per il suo fine, quel volo finalmente non si dirigeva verso tristi mete che hanno accompagnato lei in posti non lieti, andava verso la sua voglia di essere, di crescere, di arrivare ad un obiettivo senza aver leccato il culo a nessuno; sentivo come se i miei nervi fossero legati alle ali e piu’ si allontanava piu’ tiravano e facevano male, un burattino al quale han di colpo tolto un riferimento ed è proprio vero che a una persona dai la giusta importanza quando non la trovi piu’ accanto e noti che significa per te la vita, l’ambizione e il tutto , con quel volo pero’ si allontanavano anche i giorni che naturalmente ci hanno visto litigare, o l’hanno vista triste, arrabbiata, solo sorrisi e ricordi felici rimanevano a terra con me, scherzi, giorni fatti di complicità e cazzate varie…no, la solitudine non è bella quando è imposta, amo stare da solo quando so che c’è lei comunque a pochi istanti da me, così è semplicemente assurdo pensare alla bellezza della solitudine! Son felice ripeto per lei e anche per tutti noi, mi piace immaginarla seduta dietro una cattedra con tanti piccoli attorno, mi piace vederla passeggiare mentre Gucciardini, Poliziani e Dante ne’ cantano le bellezze e il Botticelli viene ispirato per le sue pitture, mentre osserva deliziata le vie di una città che ha riempito il mondo di cultura e arte; l’aereo è sparito e l’incanto si è rotto, rientro in macchina e vado verso casa, accendo la radio e si parla ovunque dell’anniversario della strage avvenuta a New York…si parla di un 11 settembre triste e funereo…il mio 11 settembre non è così…il mio 11 settembre è malinconico ma stupendo, perchè ho scoperto quanto amore è ancora vivo dentro me, quanto legati siamo , un legame viscerale e fantastico…se un dio esiste spero che si trovi nei raggi di sole che avvolgono quel volo e nell’asfalto che accompagnerà i suoi passi verso quella che spero sia la strada della sua vittoria su tutto e tutti!

Comments 4 Commenti »

E lì ti portero’ Samau, sull’isola di Rève,
ove Cassiopea illuminerà i tuoi passi
mentre rapita nei sogni da Orfeo
fuggi dalla realtà che aspra colpisce il tuo essere.

Ed il vento non sarà mai uragano,
pece saranno petali di giunchiglia,
carezze al tuo respiro essenza di citronella,
versi al tuo udito parole di Rimbaud.

Fu dolce il tempo per Nesace e lo sarà per te,
ed il mio amore sarà ritenuto follia in questo mondo dall’unico sole,
ma faro’ tessere di gigli e violette campanule pendenti,
veste che leggera ti riparerà dall’audace raggio di luna.

Ogni montagna, ogni prato, ogni bosco, ogni albero suonerà arpeggiando,
danzerai con le Napee leggera e soave, spensierata e leggiadra,
fiori di pesco e profumi di zagara spargerà per te Pomona,
finchè stanca ti cullerà Selene madre
ed il sogno sara’ reale.

fantasy5

Comments 3 Commenti »