Archivio Ottobre 2011

In un momento storico particolare, ove la sottocultura sta prendendo lo spazio della cultura in ogni campo, torno a ribadire l’importanza del ritorno di tante menti ad occupare gli spazi atti ad informare e a ridare vigore a discussioni formative e formanti inerenti i piu’ disparati argomenti.

Se andate a sbirciare in giro trovate solo cultori della cultura, auto-elettosi tali, atti a sproloquiare sui piu’ diversi argomenti perlopiù monologhi a quattro mani pieni di citazioni ignoranti che riempion solo la loro pancia di banalità e ignoranza; purtroppo l’arrogante presunzione di saccenza gli permette di nominare anche gli innominabili solo per cercare di creare un po’ di teatro che poi ormai è seguito da quattro gatti sempre uguali che tra google e wikipedia si ergono a intellettuali dell’ultima ora anche loro.

«Un uomo o è un artista o una mezzasega, e non deve rispondere a nient’altro, direi, se non alla propria energia creativa.»-Diceva un tipo che con la propria creatività  fu breccia enorme nella cultura conservatrice americana, mettendo a nudo cio’ che il capitalismo sfrenato dei suoi anni aveva lasciato come detriti per l’arricchimento dei pochi eletti e ancora che «L’incertezza della conoscenza non era diversa dalla sicurezza dell’ignoranza.»

Quanta verità nelle frasi di un uomo cresciuto tra la violenza domestica, che studia giornalismo e arte e lavora alle poste per mantenersi; un uomo che viene ingaggiato dalla Black Sparrow per la quale pubblica quasi tutte le sue opere , un uomo che frequenta inizialmente un gruppo di nazisti per poi mollarli e deriderli per la loro sottomissione alle parole di un folle come Hitler e va a frequentare movimenti di estrema sinistra libertari e filo-anarchici; in effetti ha messo a nudo fortemente la differenza tra intellettuali conservatori e libertari e ancor piu’ col suo modo diretto di esprimersi è stato esca per poveri moralisti-moralizzatori che senza forse mai leggere un solo rigo delle sue opere si son scandalizzati per qualche parolaccia o per le descrizioni crude di atti sessuali che secondo me li hanno fatti incazzare perché in vita loro non hanno ancora oggi capito cosa significhi vivere ils esso in modo libero e questo non perché non abbiano avuto rapporti sessuali, ma perché anche il sesso per loro è e sarà sempre un atto di sfogo e di distacco da una frustrazione sempre viva dentro; giustamente io li rivedo molto invece in scrittori che godono nell’osservare gente grattarsi via la pelle sino alle ossa per la sofferenza, come scrive Miller in Tropico del Cancro, vendetta cospirata contro gli altri dato che per un cambiamento loro personale c’è ben poca speranza.

Certo oggi ogni tipo di  “media” ci riempie di intellettuali usciti dal nulla e formatosi tra libercoli o peggio ancora portavoci di gente che li costringe a dire determinate cose in determinate circostanze, quindi ancor di piu’ nei piccoli mondi bloggeriani imitatori da strapazzo si fingono chissacche’ mentre la loro posizione vine vidimata non dalla conoscenza ma dalla forma estetica…vuoi mettere un semplice “ nessuno” al confronto con scrittori fantasma e famigerate dotte esponenti del posto statale raccomandato?  Ma si…così volge il mondo e tra dolori di culo virtuali e reali io preferisco tenermi quelli virtuali…!!! Se poi piu’ che volgere l’attenzione a una critica distruttiva e diffamatoria degli altri, qualcuno finalmente cambiasse strada e atteggiamento, forse sarebbe anche auspicabile una ripresa culturale dal piccolo al grande circolo che oggi sempre piu’ abbonda di stronzi che si trovano bene in un mondo di merda…ma hanno inventato anche Mr. Muscolo quindi la merda prima o poi si scioglierà e arriverà nei posti ad essa confacenti: la fogna.

Comments 4 Commenti »

E’ successo a Roma quello che tutte le forze politiche si auspicavano per poter trarre vantaggio dalla manifestazione degli indignati; è successo ma non proprio come si aspettavano…purtroppo stavolta il morto non c’è stato; la destra che accusa la sinistra di fomentare e di sorreggere certi movimenti, la sinistra che accusa la destra di utilizzare le forze dell’ordine come squadriglie fasciste, ecco in questo son d’accordo con tutti e due gli schieramenti; quelle centinaia di frustrati, fuoriusciti da certi ambienti deviati dei centri sociali, che io ho frequentato e posso affermare che nella stragrande maggioranza delle volte  son base di giovani intelligenti e pacifisti, hanno retto il gioco dei potenti molto piu’ di quanto immaginino; son riusciti a far fallire una manifestazione molto ben organizzata, ove doveva risaltare l’accusa contro la grande finanza, la BCE e i caposaldi di un sistema capitalista che ormai ha affossato il sistema mondiale, portando l’attenzione negli atti di scalmanati e ripeto frustrati e derelitti della societa’, gente che ha bruciato auto di operai e proletari, che in nome di un non ben specificato libertarismo hanno forzato le porte di chiese e distrutto e oltraggiato le statue…dov’è il senso di libertà in questo? Io” non credo” ma rispetto gli altri nei loro spazi e nelle loro abitudini e non mi si venga a dire che faceva parte di una protesta contro il regime vaticano perchè allora dovevano dimostrare di avere le palle di andare sin dentro il vaticano e colpire il vero bersaglio di questa pseudo-protesta…invece no…vigliaccamente colpiscono simboli e oggetti senza difesa, proprio come i fascisti che tanto attaccano…si son dimostrati anche loro dei fascisti; migliaia di giovani a lottare  e contestare un sistema che ci lascerà col culo a terra, senza lavoro, senza pensioni, senza futuro si son visti rubare la scena da chi vestito di nero scaglia una rabbia insensata contro obiettivi insensati…il poliziotto poi non si deve difendere? Mettete il vostro culo su una camionetta che va a fuoco e vedete se istintivamente non reagite in certi modi…io sono di sinistra, contro il sistema vigente ma credo che non sia questa la rivoluzione che la storia ci insegna vedi Cuba, Sud-America, Cina, ex Urss…Il Che si sta rivoltando vedendo il suo viso sul corpo di questi criminali…!!! La colpa? Non c’è colpa perchè tutti sapevano i punti di incontro e anche i movimenti che sarebbero stati fatti e mentre i giovani manifestavano serenamente, i cosiddetti Black-bloc si sono tranquillamente infiltrati e hanno potuto compiere lo scempio che si è visto; le forze dell’ordine? Hanno ricevuto ordini di stare in determinati punti della citta’ e non potevano fare altrimenti…non le difendo, per me sono solo marionette non al servizio del cittadino ma per salvaguardare l’incolumità dei potenti, sono forze create dal potere come possiamo pretendere che difendano chi lo contesta? Fanno parte di un Risiko ben orchestrato che come negli anni 80 deve create destabilizzazione  per poter giustificare atti altrimenti inconcepibili dei signori al potere; ho visto su una camionetta la scritta Carlo vive e il simbolo della A cerchiata..beh io ho vissuto un progetto anarchico in zona e sinceramente mai si è parlato di azioni cosi’ vili, anzi mi ha lasciato un cumulo di nozioni molto interessanti e formative…quindi questi pseudo-anarchici cosa sono in effetti? Nulla…nemmeno anarchici, solo poveretti che dietro un simbolo nascondono il loro essere perdenti, che non riescono a uscire fuori da questa società e vivono una situazione da parassiti e inconcludenti….!!!

Un forte applauso a chi ha invece manifestato per ragioni condivisibilissime e ha condannato questi atti ritrovandosi addirittura in piazza S. Giovanni a Roma per ripulire gli spazi contaminati dalla guerriglia stupida e offensiva creata da chi ho già piu’ volte descritto come ” inutili pezzi dispersi di questa societa’”…

Se avete le palle andate a ripagare i danni fatti alle auto di lavoratori e alle case di gente che voi dite di voler difendere…ma non lo farete perchè al solito vi nasconderete sino alla prossima volta, quando diretti da un potere che vi utilizza e poi vi butta andrete a rompere i coglioni inutilmente da qualche altra parte…

 W gli Indignati e i costruttivi…in carcere i codardi vestiti di nero e certi esponenti delle forze dell’ordine che ne approfittano per pestare a piacimento anche chi non dovrebbe essere toccato.

 

Black-Bloc-Wikimedia-Commons-5642947

Comments 2 Commenti »

In un momento storico particolare, dove ogni minimo spazio che ancora troviamo libero deve essere utilizzato per poter dire la propria, trovo opportuno che i blog vengano rivalorizzati e non abbandonati per colpa di social network che hanno rimpiazzato gli spazi che in tutto il mondo son serviti per attivare anche enormi rivoluzioni sia sociali che culturali, nel nostro piccolo dobbiamo quindi far riemergere quelle voci che danno fastidio, che rompono con l’andazzo così piatto e servile che c’è in giro; dobbiamo scrivere perchè non si puo’ lasciare spazio  a chi mostra disprezzo con facce acide, a somari che indossano i panni di purosangue, lupi vestiti d’agnello, repressi, depressi, senza dignità; a gente priva di personalità che fa mostra dei propri averi per nascondere la miseria del proprio essere, a sudditi e miserabili servi del potere, porci e troie che calpestando fango dove vivono, cercano di scagliarne in faccia a chi li circonda, fascistelli senza arte nè parte, vili che come lumache si nascondono e come serpi escon fuori per colpire alle spalle, sfruttatori come cani che scodinzolano a chi gli porge una scodella e poi lo mandano via nel momento del non bisogno; padroni di vanità e di finta saccenza, moralizzatori con migliaia di scheletri nell’armadio, invidiosi, accidiosi, volgari parti della piu’ volgare razza, che si vergognano dei propri nomi, che brucerebbero drogati, omosessuali e ogni tipo di ” diversità” per sfogare la propria frustrazione, gente che in un mondo di merda è normale che si trovi ad agio in quanto fatta della stessa pasta, gente convinta di possedere tutto e tutti, stranieri dentro la loro stessa casa, spermi rubati ad una sana masturbazione; gente che difende il potente, che giustifica i pestaggi contro chi manifesta, che accusa di ipocrisia chi la pensa in modo diverso, gente che avrebbe bisogno di sane notti di sesso invece di perdersi nei mondi virtuali a rompere i coglioni; gente codarda che si nasconde e come fantasma cerca di entrare nelle anime altrui per clonarle e renderle simili e loro, bugiarda e bigotta; gente che vive nei blog per cercare l’attimo esatto quando poter denigrare chi gli sta sulle palle, gente che ha reso lucido il culo di tanti per arrivare a campare, che si vanta di chissà quali conoscenze e quali mestieri per poi vivere nella topaia della propria anima; gente che gode dei mali altrui, che vive una vita da perdente, fallita, che ogni progetto gli è volato via e che si ritrova con un pugno di mosche in mano e una tastiera che gli ridà un po’ di falsa personalità; gente già condannata a distruggersi e compiangersi in un futuro prossimo, sola e giustamente perdente…a questa gente non dobbiamo lasciare piu’ spazio di infangare angoli di cultura e di vita nostrani…torniamo al sano, vecchio e amico blog, non lasciamolo marcire in mano a vermi….!!!

maiali-250x164

Comments 7 Commenti »